Tornano a Simeri Crichi i resti mortali di Benedetto Citriniti

Mercoledì 8 Novembre 2017

Con apposito decreto del Commissario Generale per le Onoranze ai Caduti del Ministero della Difesa, Gen. D. Alessandro Veltri, è stato ufficializzato il rientro a Simeri Crichi dei resti mortali del soldato, medaglia d'oro al valor militare, Benedetto Citriniti, con traslazione dal Sacrario Militare Caduti d'Oltremare di Bari, al Cimitero comunale del nostro paese.

L'evento è da etichettare come straordinario visto il forte riconoscimento che lega la comunità di Simeri Crichi al suo figlio caduto valorosamente in guerra a Stropka - Pogradec (Fronte greco) il 29 novembre 1940 all'età di 25 anni. A Citriniti è stato difatti intitolato l'Istituto Comprensivo Statale del comune ed una delle vie principali del paese. 

Gli venne assegnata la medaglia d'oro, quale massimo riconoscimento del valore militare, con la seguente motivazione: “Porta arma tiratore di squadra fucilieri, durante un violento attacco di preponderanti forze nemiche, di iniziativa e sprezzante dell’intenso fuoco, balzava dalla trincea e si portava in postazione avanzata e scoperta, dalla quale, con efficacissimo tiro, teneva a lungo in scacco gli avversari. Esaurite le munizioni, per ben due volte rientrava nelle linee per rifornirsi e ritornare al proprio posto, riprendendo con sereno coraggio, il micidiale fuoco. Infine, compreso che l’arma sarebbe rimasta inefficiente, perché il cerchio degli assalitori si stava stringendo, ripeteva per la terza volta l’ardimentoso gesto, riuscendo per due volte a respingere il nemico, fino a quando cadeva da prode". 

Un grande plauso per la realizzazione di questo evento destinato a rimanere nella storia del paese è da indirizzare al nostro concittadino Giuseppe Chirico, appuntato dell'Arma dei Carabinieri nonché appassionato alla storia passata. Con caparbietà e grande impegno Chirico ha seguito i difficili e lunghi percorsi burocratici per riuscire a portare a casa il nostro eroico soldato, ma soprattutto non ha gettato la spugna nell'incontrare difficoltà di ogni genere: come quella di dover rintracciare tutti i diciotto nipoti di Benedetto Citriniti per procedere con la traslazione dei resti mortali; con telefonate, messaggi, email e visite personali Chirico è riuscito a ricevere il consenso da tutti i nipoti sparsi ormai nel mondo (da Crichi a Como, ma anche in Canada ed in altre parti del globo). Chirico ha voluto ringraziarli tutti per la fiducia che hanno posto in lui e per la grande opportunità data al nostro paese. Per la grande collaborazione, Chirico ringrazia l'Istituto del Nastro Azzurro sezione di Catanzaro ed il Generale di divisione (ris) Pasquale Martinello presidente dell'Associazione Calabria in armi per la patria. Un grazie è stato rivolto da Giuseppe anche all'intera macchina amministrativa comunale per il supporto e l'aiuto indispensabile dato a fronte delle spese e dell'organizzazione, 

La cerimonia solenne si terrà domenica 3 dicembre con l'arrivo del feretro accompagnato dai militari e da un picchetto dell'Esercito Italiano con la presenza di alte cariche civili, militari e religiose. I resti verranno poi posti nell'area nuova del cimitero di Simeri Crichi con una tomba monumentale posta all'ingresso dello stesso.