TESTIMONIANZE:Le guerre, il sangue, l'amore e otto pronipoti. Sono Raffaele e ho compiuto cento anni

Tutta una vita dipinta in poche parole da 'Rafele e luna'. Un pensiero alla mamma e alla sua Pentone 

I miei primi 100 anni
Mi chiamo Raffaele Rubino ma tutti mi conoscono come "Rafele e luna". Nato e vissuto nel mio amato paese Pentone nel 1916. La mia vita ebbe inizio nell' epoca più brutta che la storia conosca. E il prezzo più alto che ho pagato è stato quello di non conoscere mio padre morto per la Patria.
La persona più importante della mia vita? MIA MADRE giovane vedova come tante magari. che tra mille difficoltà mi ha fatto frequentare le scuole.
Il tempo passa e la storia si ripete. Anche a me è  toccato dare il contributo alla patria. Chiamato in guerra nel 1936 imbarcato da Napoli per Tripoli, lungo la navigazione la nostra nave fu bombardata... il mare si tinte di rosso molti miei amici morirono. Solo grazie a Dio, alla sorte e al cappellano del mio reggimento sono riuscito a salvarmi.
E' IL 1943. Ritorno a casa, sono passati sette anni e lì incontro la mia compagna di vita da cui ho avuto tre figli, ora siamo qui tre figli, sei nipoti e otto pronipoti a festeggiare questi miei anni. Ho fatto molti sacrifici ma ho avuto altrettante soddisfazioni.

Ringrazio tutti coloro che ho incontrato lungo la mia strada e ringrazio a Dio e alla Madonna di Termine che mi hanno fatto arrivare a questa venerabile età.