Monterenzio, trovate le ossa di tre soldati tedeschi

La scoperta con il metal detector grazie alla presenza di un elmetto in ferro
Monterenzio (Bologna), 27 ottobre 2017 - I carabinieri di Monterenzio sono intervenuti in un bosco dove erano stati trovati i resti di tre scheletri umani. Poco prima, B.C., esperto nelle ricerche di cimeli bellici della “Linea Gotica”, con l’utilizzo di un metal detector, all’interno del bosco aveva rinvenuto sotto terra i tre scheletri e un elmetto tipico delle Forze Armate Tedesche, verosimilmente di tre soldati caduti durante il secondo conflitto mondiale. Le ossa rinvenute, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono state trasportate al Dos di Bologna.esperto ricercatore B.C. non è nuovo a questi rinvenimenti. Già in passato aveva rinvenuto altri due scheletri umani che in quel caso avevano ancora al collo le piastrine militari di riconoscimento. Le successive ricerche da lui effettuate avevano consentito di identificare chi fossero i due militari tedeschi e conseguentemente era stato possibile informare i discendenti e i resti furono tumulati presso il cimitero militare germanico della Futa. In un’altra occasione lo stesso esperto aveva trovato della buffetteria appartenente a militari Americani ed in particolare una borraccia militare che riportava un numero di matricola. Attraverso le sue ricerche aveva potuto scoprire chi fosse il militare americano a cui quella borraccia era stata assegnata e ne era nato un rapporto epistolare oltreoceano con il 90 enne, ancora vivente, che 70 anni prima aveva combattuto in Italia.