Notiziario: MASSIMILIANO CORCOS

MASSIMILIANO CORCOS

Massimiliano Corcos, figlio del famoso pittore Vittorio Matteo Corcos e pittore egli stesso, nacque a Firenze il 9 marzo del 1894 e fu fin da giovanissimo uno dei grandi talenti della pittura italiana con uno stile orbitante tra quello dei maestri rinascimentali ed il realismo.
Nel 1915 fu chiamato alle armi come sottotenente del 42° Reggimento di Fanteria della Brigata Modena. Corcos partecipò alle operazioni del "balzo iniziale" contro Staro Stelo e Robic ed ai violenti attacchi contro il massiccio dello Sleme-Mrzli ed alle azioni del Monte Rosso e del costone Luznica. Il 19 agosto 1915 il sottotenente Corcos fu tra gli ufficiali che guidarono le truppe alla conquista delle linee nemiche sul Mrzli ma, dopo poche ore di accanita resistenza, gli Italiani dovettero abbandonare le posizioni conquistate a causa del contrattacco austro-ungarico.
Ammalatosi a fine marzo del 1916 fu ricoverato nell'ospedaletto da campo n. 17 ad Idresca d'Isonzo e lì morì il 3 aprile.
Massimiliano Corcos è iscritto nell'Albo d'oro dei Caduti della Toscana a pag. 265.
Del giovane pittore fiorentino si conservano le opere alla Galleria d'arte moderna di Palazzo Pitti ed alla Galleria degli Uffizi.