Notiziario: LA TOMBA DI 4000 ITALIANI SUL FONDO DEL MARE.

LA TOMBA DI 4000 ITALIANI SUL FONDO DEL MARE.

Può una tomba giacere ad oltre 40 metri sotto il mare? La risposta è SI. Vi riporto le foto del monumento, della lapide, dei resti di quello che rimane del Piroscafo Oria, carretta del mare che naufragò tra l'11 febbraio 1944 e il 12 febbraio nei pressi di Capo Sounio dove si spezzò in seguito all'impatto con l'isolotto di Patroklos (ai tempi Goidano). Con esso si spezzarano le vite degli oltre 4200 prigionieri italiani che da Rodi furono imbarcati con direzione porto di Atene per essere deportati in Germania. Fu la più grande tragedia nel mar Mediterraneo per il nostro esercito.
Negli ultimi 10 anni, grazie al minuzioso lavoro della Rete dei famigliari dei dispersi, questa storia è stata resa nota: la ricerca dei famigliari continua, siamo a quasi 400 famiglie.
Non sono mancati i riconoscimenti, tra cui la costruzione di un monumento celebrativo da parte degli amici Greci sul luogo della tragedia e la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante un viaggio istituzionale in Grecia.
Proprio oggi ricorre il 77° anniversario di questa tragedia. Una preghiera per tutti loro e per le loro famiglie.
Vi lascio il nostro sito internet, dove potrete trovare tutte le informazioni: www.piroscafooria.it
Resto a disposizione per ulteriori approfondimenti.