Notiziario: FEDERAZIONE DI TRIESTE, SEZIONE DI MANZANO (UD): RICHIESTE RISARCIMENTI

FEDERAZIONE DI TRIESTE, SEZIONE DI MANZANO (UD): RICHIESTE RISARCIMENTI

La nostra Associazione è sempre più attiva nel mantenere la memoria e l'assistenza agli eredi, come si evince dal comunicato che segue. Non manchiamo mai di dare voce, di sensibilizzare e di incentivare sempre più nuovi ingressi nel nostro sodalizio. A tal proposito  comunico anche che domenica 6 agosto p.v. a Medeuzza (UD) ricorre il 70° anniversario del Gruppo Alpini di Medeuzza, concentramento ore 10:00 presso il campo sportivo dove si sta svolgendo la festa del paese.
In ricordo dei nostri caduti.
Cav. Rosario Genova
C O M U N I C A T O
Per il ristoro danni subiti dalle vittime del Terzo Reich. Il termine per introdurre nuove domande.
In data 30 aprile 2022 il Governo Italiano ha emanato il DECRETO-LEGGE_36_2022 che, all’art. 43, istituisce un fondo presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze per il ristoro dei danni subiti dalle vittime di crimini di guerra e contro l’umanità compiuti dal Terzo Reich durante la seconda guerra mondiale. In totale sono stati stanziati oltre 55 milioni di Euro. In data 29 giugno 2022, il DL è stato convertito in legge con emendamenti (L. n. 79/2022).
Avranno diritto a percepire le somme del fondo coloro che sono titolari di un credito contro la Germania accertato con sentenza passata in giudicato (non è possibile accedere al Fondo con una semplice richiesta). Chi è già titolare di un credito accertato con sentenza dovrà comunque aspettare l’emanazione dei decreti applicativi ministeriali che, entro 180 giorni, dovranno definire le modalità di presentazione della istanza al fondo (comma 4, art. 43).

Il Parlamento, con legge 24 febbraio 2023, n. 14 di conversione del c.d. decreto Milleproroghe, ha esteso l’originario termine di decadenza per la proposizione di nuove domande giudiziali contro la Repubblica federale di Germania. La proroga di quattro mesi opera dall’entrata in vigore della legge di conversione del decreto ed estende quindi il termine per la proposizione di nuove domande fino al 28 giugno 2023.
In buona sostanza, la normativa prevede che coloro che intendono ottenere un risarcimento devono iniziare la causa entro il termine tassativo del 28 giugno 2023 e, in caso di sentenza favorevole, potranno poi accedere al Fondo stanziato dal Governo Italiano (senza quindi necessità di promuovere procedure esecutive per il recupero delle somme contro la Germania).
Si precisa che l’accoglimento della domanda di risarcimento e la effettiva liquidazione del risarcimento dipendono in ultimo dal Giudice adito e dalle condizioni di accesso al Fondo.
Il Presidente dell’Associazione Combattenti e Reduci Sezione di Manzano Rosario Genova ha notato che circolava sul web degli articoli riguardanti risarcimenti agli eredi dei deportati nei campi di concentramento nazisti. A tale riguardo – Genova – suscitando interesse si è attivato pur attenendosi allo statuto e specifiche finalità:
a) Il culto della Patria;
b) La glorificazione dei Caduti in guerra di tutti i fronti, nei campi di prigionia e di internamento, e la perpetuazione della loro memoria.

Genova - ignaro dell’istituzione di un fondo presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze per il ristoro dei danni subiti dalle vittime di crimini di guerra e contro l’umanità compiuti dal Terzo Reich durante la seconda guerra mondiale. Così Genova ha contatto l’avv. Marco Seppi con studio a Mestre, che già aveva avviato altre cause, il quale mi confermava il tutto è così dando voce ad associati e non. Da li si sono susseguiti altri incontri e la collaborazione dell’Associazione Combattenti e Reduci Sezione di Manzano è stata sempre più incisiva a coordinare gli aspetti burocratici e anche con gli eredi, scrivendo al Comando Militare Esercito Regionale – Centro Documentale di Udine e all’Archivio di Stato, al fine di arrivare alla documentazione necessaria del deportato, affinché l’avvocato Seppi possa proseguire la causa. Insomma, un ruolo determinate. L’Associazione oltre a fare Convegni, conferenze, mostre, cerimonie, storia e memoria si è dedicato con tutte le forze ad assistere gli eredi.

Il Presidente Sezionale ANCR

Brig.Ca. Q.S. CC (ris.) Genova cav. Rosario

CI  SIAMO

ANCORA!