FEDERAZIONE DI CHIETI, SEZIONE DI POLLUTRI: CERIMONIA IN RICORDO DEI CADUTI

Nel 100° Anniversario della fine del 1° Conflitto Mondiale

                                                                    

Sabato, 3 novembre 2018, è stata una giornata memorabile per la collettività di Pollutri, in quanto sono stati ricordati tutti i concittadini che, dal fronte della “Grande Guerra”, non fecero più ritorno a casa. Quest’anno, infatti, la manifestazione in ricordo di tutti quelli che, negli anni 1915/1918, non tornarono dalle zone di guerra, ha assunto un carattere solenne al fine di non dimenticarne le gesta e i sacrifici. La manifestazione, promossa dalla nostra Sezione A.N.C.R“Cav. Uff. Panfilo Fantacuzzi”, in collaborazione con la locale Amministrazione Comunale, ha avuto inizio con il corteo dei partecipanti per le vie principali del paese, accompagnato dalle note intonate del Complesso Bandistico di Scerni, cui ha fatto seguito il rito dell’alza-bandiera nei pressi del Monumento ai Caduti. Successivamente è stata celebrata la S. Messa  nella chiesa dedicata al SS. Salvatore ed è stata data lettura della “Preghiera del Combattente”. Al termine, dopo la deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti, si è svolta, nella sala consiliare, l’attesa cerimonia di consegna delle pergamene realizzate dall’A.N.C.R., ai discendenti dei concittatini Caduti durante la “Grande Guerra”, alla presenza del Sindaco dr. Antonio Di Pietro, della Responsabile A.N.C.R. Regionale Rita Fantacuzzi e del Presidente della locale Sezione Carmine Graziani, in un clima di vera e intensa commozione.  Presenti altresì iI Gonfalone del Comune di Pollutri e il Labaro della Federazione A.N.C.R. di Chieti, i vari Presidenti di Sezione e soci provenienti da: Perano, Chieti, Torino di Sangro, Castel Frentano, Casalbordino e, naturalmente, Pollutri. Presenti anche rappresentanze di diverse altre Associazioni che operano sul territorio: Polizia di Stato di  Lanciano, Bersaglieri di Petacciato, Mutilati e Invalidi di Guerra, Carabinieri di Casalbordino, AVIS locale, “Nonno Vigile”, insegnanti, scolaresche, rappresentanze Militari e delle Forze dell’Ordine.