FEDERAZIONE DI CASERTA, SEZIONE DI CESA: 25 APRILE

Il Comune di Cesa e l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci hanno celebrato il 25 Aprile presentando una raccolta fotografica sui soldati Cesani dei due Conflitti mondiali. Presso la casa Canonica, sita in piazza De Michele, è stato inoltre ricordato il soldato Tommaso Tirozzi, con la consegna della documentazione sull’attuale luogo di sepoltura del soldato cesano al nipote Filippo Tirozzi. L'evento si è aperto con l’inaugurazione della mostra e la consegna del diploma di onore ai famigliari del soldato caduto e dispero durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il Ministero della Difesa, in merito a quanto richiesto dall’Associazione Nazionale e Combattenti della Sezione di Cesa, concludendo le necessarie verifiche effettuate negli archivi del Commissario Generale, ha comunicato che il soldato Tommaso Tirozzi, effettivo al 39° reggimento Fanteria della Divisione Bologna, è deceduto il 5/04/1942 a Tobruk ed è qui sepolto. Successivamente è stato esumato, traslato e sepolto al Sacrario Militare di Tripoli da dove, negli anni 70’, i suoi Resti mortali sono stati ulteriormente esumati, traslati e sistemati definitivamente nel Sacrario Militare caduti d’Oltremare di Bari (sett.18, fila D10), dove attualmente riposano.

“Questo evento – spiega il Presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Cesa Francesco Marino – è un’occasione per continuare a mantenere vivo il ricordo dei combattenti cesani e rendere il giusto riconoscimento a coloro che hanno perso la vita per la loro Patria, come nel caso del soldato Tirozzi. Per questi, fino a poco tempo fa, non vi era conoscenza del luogo della sua sepoltura”.

“Tale obbiettivo – continua Marino – è stato raggiunto solo tramite l’impegno e la tenacia perseguita dal direttivo dell’Associazione coordinato da Domenico Oliva, dal ricordo mai abbandonato del sig. Filippo Tirozzi e dal Comune di Cesa, che ha dimostrato sensibilità dimostrata per queste iniziative”.