23 maggio 1915: Consegnata all’Austria la dichiarazione di guerra

23/05/15

Vienna l’ambasciatore d’Italia Giuseppe Avarna consegna al ministro degli Esteri austriaco barone Stefano Burian la dichiarazione di guerra. Le operazioni militari avranno inizio alle 24.00.

- Inizia la requisizione di navi mercantili.

- Il ministro della Marina è autorizzato a procedere fino al 31 dicembre al reclutamento degli ufficiali di complemento del Corpo dello Stato Maggiore Generale. Tale disposizione successivamente (2 gennaio 1916) sarà prorogata a tutto il periodo della guerra.

- I sottufficiali a riposo o in congedo del C.R.E. che abbiano 12 o più anni di servizio effettivo possono essere nominati fino al 31 dicembre sottotenenti del C.R.E. della riserva navale nelle rispettive categorie. Tale disposizione sarà successivamente (2 gennaio 1916) prorogata a tutto il periodo della guerra.

- Richiamo alle armi dei militari in congedo addetti a stabilimenti militari marittimi e a cantieri navali privati. - Il personale mobile della Croce Rossa Italiana è militarizzato.

- Emanazione di norme e decreti che concernono provvedimenti straordinari in materia di pubblica sicurezza, di stampa, di censura telegrafica, telefonica e radiotelegrafica.

Fonte: Marina Militare