1 febbraio 1944 Rastrellamento tedesco in via Nazionale, portati via in 200

di Enrico Gregori
A Roma, le truppe tedesche rastrellano in via Nazionale 200 uomini. L'episodio avvenne quando era ancora vivo l'orrore per il rastrellamento del Ghetto ebraico del 16 ottobre 1943 che comprese 1.259 deportati, di cui 1.023 persone di religione ebraica, che furono avviate ad Auschwitz e delle quali ne sopravvissero solo sedici.
Passerà poco tempo fino al rastrellamento del Quadraro che fu un'operazione militare tedesca effettuata il 17 aprile del 1944 ai danni della popolazione del quartiere, situato alla periferia sud di Roma, durante la seconda guerra mondiale. Il Quadraro era noto come "covo" di partigiani, di renitenti alla leva, di sabotatori e di oppositori al regime. Le truppe tedesche dapprima assediarono il quartiere e, dopo un rastrellamento, deportarono – secondo alcune fonti – 947 uomini nei campi di concentramento in Germania.