Il Generale De Carolis, dalla Libia alla Russia

Leggi Tutto

FIGURE DI COMBATTENTI: VINCENZO GALATI

Leggi Tutto

«Mio padre fu costretto ad ordinare la fucilazione dei prigionieri austriaci» Il capitano Francesco Borgia, nel ricordo di suo figlio Michele

Leggi Tutto

CARABINIERE FRANCESCO CASCONE PRESENTE!

Leggi Tutto

Eroi dimenticati: Michele Vitali Mazza, lo studente di ingegneria eroe del Pal Piccolo

Leggi Tutto

Giovanni Bonet, Medaglia d’Oro dei vinti

Leggi Tutto

Il caimano del Lario: Alfonso Bianchi Probati, un "laghée" tra gli Arditi nella Battaglia del Solstizio

Questo post è tratto da un più ampio lavoro di ricerca relativo ai caduti del Comune di Moltrasio - uno splendido borgo sul lago di Como - nella Grande Guerra, che si spera sia di prossima pubblicazione.  
È assai noto - anche perché enfatizzato da certa pubblicistica - il fenomeno per cui gli Stati belligeranti, di fronte alle pesantissime perdite causate ai propri eserciti dai combattimenti dei primi anni di guerra, nel corso del conflitto arrivarono, progressivamente, a "raschiare il fondo del barile", arruolando e facendo combattere ogni uomo che non già riuscisse a impugnare un arma, quanto fosse in grado almeno di indossare l'uniforme. Lasciando da parte esagerazioni e generalizzazioni, va tuttavia notato che il fenomeno, in forme e modi peculiari, interessò ovviamente anche l'Italia.
Qui di seguito narreremo proprio la vicenda di un giovane regnicolo che, pur inizialmente riformato per ragioni di salute, fu poi chiamato alle armi ed inviato al fronte; e tuttavia, come si vedrà, seppe farsi onore, finendo tra i reparti d'élite del Regio Esercito: gli Arditi.
Leggi Tutto

Giovanni Battista Boscutti, di professione pilota

Leggi Tutto

Il piccolo frate " graziato" da Togliatti Padre Luciano Usai si arruolò nella Rsi dopo l'8 settembre del '43

Leggi Tutto

FIGURE DI COMBATTENTI: VINCENZO IERACI

 

Vincenzo Ieraci, il giorno 2 Giugno u.s. ha ricevuto a Catanzaro la Medaglia di Internato Militare che è stata ritirata dal figlio Enrico.

Pubblichiamo la sua storia

Leggi Tutto